Sigarette elettroniche e regime fiscale

Una recente sentenza del TAR del lazio ha dato spunto per ritornare a parlare delle sigarette elettroniche e delle questioni fiscali legate al modo dello svapo. Il Governo italiano, non ha del tutto preso una chiara posizione pro o contro le sigarette elettroniche, molto probabilmente perchè da un lato non c’è nessuna fonte certa che abbia provato la pericolosità delle e-cigarettes, e dall’altro il business dello svapo in Italia ha importanti risvolti economici sia per il Governo che per la popolazione.

Per analizzare il tutto dobbiamo partire dalla normativa che stabilì che chiunque abbia voluto vendere in Italia le sigarette elettroniche doveva possedere gli stessi requisiti stabiliti, per la gestione dei depositi fiscali di tabacchi lavorati. Oltre a ciò, assoggettava le sigarette elettroniche ed ogni parte di ricambio ad esse correlate ad una “accisa del 58,50%” sul prezzo al pubblico.

Ne è sorta tutta una serie di opposizioni dalle società che popolano il mercato dello svapo e che fino a quel momento avevano visto il loro business essere considerato addirittura il futuro per l’Italia.

Secondo il TAR del Lazio, esclusa l’incostituzionalità in relazione ai prodotti contenenti nicotina, che non possono essere equiparati tout court alle e-cigarettes, il concreto meccanismo impositivo prescelto non può che rappresentare l’espressione di una insindacabile scelta di merito da parte del legislatore, anche tenuto conto delle plurime finalità, non solo di carattere sanitario, che possono essere perseguite attraverso l’introduzione di una imposta di consumo.

Allo stato attuale, pertanto, si delinea la seguente situazione: la “supertassa” del 58,5% sul prezzo di vendita delle sigarette elettroniche è stata dichiarata costituzionalmente illegittima poiché le stesse non contengono (sempre) nicotina, notoriamente dannosa per la salute e – come tale – idonea a giustificare una tassazione “dissuasiva”, che avrebbe portato nella Casse dello Stato, secondo le stime ufficiali del Governo nel 2013, ben 117 milioni di euro di tasse l’anno.

Per approfondire leggi dalla fonte regime fiscale sigarette elettroniche.

 

 

 

Leave a Reply