Deduzione e costo dei condizionatori dalle Tasse

Negli ultimi anni, complice la crescente domanda di acquisto di condizionatori e la concorrenza altissima tra società che li installano, i condizionatori sono diventati un accessorio per la casa abbastanza economico e dunque alla portata di tutti. seppur l’acquisto di un condizionatore sia diventato alla portata di tutti, spesso per rinfrescare l’aria del’intera abitazione c’è bisogno di installarne diversi ed in questo caso il costo di tali accessori sale notevolmente. A causa di ciò si cerca sempre un modo per risparmiare quando si pensa di installare dei condizionatori nuovi e a dire la verità una strada per risparmiare sul costo del condizionatore c’è, ovvero provare a detrarlo dalle tasse da versare.

Vediamo se è possibile detrarre il costo dei condizionatori dalle tasse…

 

Quando si può detrarre il costo del climatizzatore?

  • Nel caso in cui si faccia una ristrutturazione edilizia, la deduzione dalle tasse dell’importo investito per l’acquisto dei condizionatori nuovi c’è, ed è pari al 50% del totale speso. C’è da dire per la cronaca, che in tema di ristrutturazioni edilizie l’iva che si pagherà sull’acquisto di un nuovo climatizzatore sarà del 10% soltanto, dunque un altro risparmio possibile.
  • Nel caso in cui si proceda ad acquistare climatizzatori per aumentare l’efficienza energetica che vanno a sostituire un impianto di riscaldamento con conseguente abbassamento dell’impatto ambientale, le deduzioni possibili in fase di acquisto di condizionatori salgono al 65% del totale speso. In questo caso, non sono solo i privati a poterne beneficiare ma anche negozi, uffici e PMI.

 

Come dedurre il costo del condizionatore

Appurato che si può dedurre il costo impiegato nell’acquisto dei climatizzatori, e che dunque questo risparmio di soldi versati in tasse si tramuta in guadagno economico, c’è da capire in che misura si può dedurre tale costo dalle tasse.

Per poter dedurre il costo dei condizionatori dalle tasse, si dovrà:

  • Comprare un climatizzatore (nuovo, usato, rigenerato)
  • Pagarlo con bonifico bancario
  • conservare la fattura per gli anni in cui verrà applicata la deduzione

Il costo che si può dedurre dalle tasse, è ripartito negli anni (10), ecco perchè bisogna conservare la fattura per quella durata. L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 25E del 6/3/2015 ha precisato che i condizionatori sono beni significativi e pertanto su di essi si applica l’Iva al 10%. Tale aliquota però non si applica sul prezzo totale, ma solo sulla differenza tra il valore totale del servizio ed il costo materiale del condizionatore.

Leave a Reply