Auto aziendale: deduzioni e detrazioni al 100%

In fase di calcolo delle imposte da versare allo Stato, ogni imprenditore che apprende il conto salato da versare all’erario, inizia a chiedersi se sia possibile pagare meno tasse con qualche trucchetto o escamotage fiscale. Il Consulente Fiscale di norma elenca le possibili soluzioni per poter pagare meno tasse ed al primo posto di tale lista, spesso accade che vengano menzionati l’acquisto e l’utilizzo dell’auto.

E’ questo il momento in cui ci si apprende che molti costi sostenuti come la benzina, la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’auto, non possono essere “scaricati al 100%”… Sarà proprio vero?

Sul web è ricco di fonti che elencano i limiti in percentuale in base ai quali ogni categoria deve attenersi per poter detrarre i costi sostenuti durante l’anno per avere un auto e detrarre l’iva in caso di acquisto di auto nuova.

Tabelle che di certo sono reali e fondate sulla realtà, ma non tutti sanno che in base al principio di inerenza si può riuscire a dedurre i costi dell’auto anche al 1oo%, così come l’iva per l’acquisto può essere detratta in modo totale.

Come dedurre le spese dell’auto al 100%

Secondo il principio di inerenza, chiunque può dedurre integralmente al 100% tutto ciò che si è in grado di giustificare come uso esclusivo dell’azienda, pertanto anche l’auto aziendale che usi per il lavoro.

Se dopo aver letto la definizione del principio di inerenza ti stai dicendo” Ok, ma io l’auto dell’azienda non la uso solo per il lavoro, ma ne faccio un uso promiscuo” continua a leggere perchè tra le righe di quello che ho appena scritto, c’è un dettaglio fondamentale: “in grado di giustificare” una deduzione al 100% dell’auto aziendale.

L’Agenzia delle Entrate, in fase di accertamento, ha stabilito l’onere della prova a carico del contribuente e dunque ha reso molto più difficile riuscire a dimostrare che si utilizzi l’auto solo a scopi lavorativi e non personali.

Si potrebbe ad esempio portare in deduzione qualunque costo dell’auto, semplicemente acquistando un’altra auto funzionante, con la quale farci qualche chilometro ogni mese. Di conseguenza, si potrebbe intestare l’auto all’azienda, o effettuare l’acquisto con la p.iva e poter dimostrare all’Agenzia delle entrate che in effetti quell’auto viene utilizzata solo per scopi aziendali e non personali.

 

 

Leave a Reply